Contravvenzioni illegittime!

Hai parcheggiato sulle strisce blu, ti sei attardato oltre l'orario scritto sul ticket e al tuo ritorno all'auto hai trovato una bella multa sul parabrezza? Essa - secondo il codice della strada e il Ministero - era illegittima!

Accertatore all'opera

Quattro anni fa il Ministero per le Infrastrutture ha infatti emanato una nota esplicativa (22 marzo 2010, prot. n. 25783) che nei fatti vietava di sanzionare il protrarsi della sosta oltre all'orario scritto nel tagliando, sostenendo che in quel caso si debba far pagare solo il tempo in cui si è lasciata l'auto in parcheggio oltre il termine per il quale si era già pagato: “Se la sosta viene effettuata omettendo l’acquisto del ticket orario, deve essere necessariamente applicata la sanzione. Se invece viene acquistato il ticket, ma la sosta si prolunga oltre l’orario di competenza non si applicano sanzioni, ma si da corso al recupero delle ulteriori somme dovute.”  Se hai lasciato la macchina un quarto d'ora oltre il consentito insomma, il Comune può chiederti di pagare pochi centesimi, non una salata contravvenzione!

A questa norma i comuni però non si sono voluti piegare ed hanno obbligato il Ministero ad una trattativa durata anni: oggi, si sa, la coperta è corta per tutti (soprattutto per i cittadini... ma a loro non pensa quasi nessuno...), e i Sindaci non volevano perdere quella cospicua fonte di introiti... Il 27 marzo scorso il Ministro Lupi ha quindi trovato una salomonica soluzione: se i comuni vorranno continuare a fare quelle multe dovranno "metterci la faccia", "laddove la sosta si protragga oltre il termine per il quale si è pagato, la sanzione pecuniaria potrà essere irrogata solo in presenza di specifica previsione del comune" scrive il Ministero. I Sindaci insomma, se vogliono elevare tali contravvenzioni, devono emanare una delibera ad hoc.

Questa faccenda credo ponga ai nostri amministratori alcune spinose domande: come mai, dopo la nota esplicativa del Ministero - datata 22 marzo 2010! - a Reggio si è continuato bellamente ad elevare sanzioni bollate dal Ministero e dal codice della strada come illegittime, prelevando oltre 10 milioni di euro dalle magre tasche dei cittadini (secondo i dati pubblicati anche da Prima Pagina)?

Il Facente-Funzioni-di-Sindaco, Ugo Ferrari, intende emanare la delibera richiesta dal Ministero e continuare a salassare i reggiani che tornano a prendere l'auto dopo lo scadere del ticket, oppure - come sarebbe giusto - far pagare loro solo i pochi cents corrispondenti al tempo in cui la sosta si è protratta oltre il previsto?

Il candidato della continuità, Vecchi, intende continuare a far elevare quelle multe così eticamente dubbie, mentre prosegue nell'estensione dei parcheggi a pagamento in tutto il comune?!

Per ciò che mi riguarda, una volta eletto in Consiglio comunale, mi batterò strenuamente affinché quelle ingiuste contravvenzioni  vengano abolite: essere obbligati a pagare per sostare - persino attorno al pronto soccorso - è già una vergogna di per sé, che va cancellata, senza aggiungerci ulteriori inique sanzioni!!!

Pietro Negroni, Candidato al Consiglio comunale nella Lista Civica Donatella Prampolini Sindaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *